Calendario eventi

Ristorazione e Bar

www.laprovinciadicomo.it - Cronaca

Le ultime notizie della sezione Cronaca dal portale de www.laprovinciadicomo.it
  1. Como, incidente in autostrada Soccorse una bimba e una donna
    Incidente tra un camion e un’auto nella galleria di Monte Quarcino in direzione Milano: le persone coinvolte non sono gravi

    Incidente tra un camion e un’auto alle 19,30 sull’autostrada A9 nella galleria di Monte Quarcino, in direzione Milano. Coinvolte nel sinistro una donna di 46 anni e una bambina di 6: sono intervenuti, oltre ai vigili del fuoco, anche un’automedica e un’ambulanza della Croce Rossa di Cernobbio. Fortunatamente le due persone coinvolte, che viaggiavano a borso di una Fiat Cinquecento, non sono in gravi condizioni.

    I vigili del fuoco in azione

    I vigili del fuoco in azione
    (Foto by vigili del fuoco)

  2. Rapinatore seriale ma pasticcione Tenta tre colpi in città, preso
    Uomo armato di taglierino entra in una pasticceria e in due farmacie di Como ma viene cacciato dalle vittime. La polizia lo ha fermato

    Un (mancato) rapinatore seriale è stato fermato e portato in Questura nel primo pomeriggio di oggi dopo aver tentato - fallendo - tre colpi in una pasticceria e in due farmacie tra viale Giulio Cesare e via Milano.

    Secondo le prime informazioni pare che l’uomo sia entrato nei tre locali pubblici armato con un coltello. Ma che sia stato ritenuto poco credibile dalle stesse vittime, che lo hanno cacciato - in tutte e tre le occasioni - senza cedere alla minaccia.

    Nel frattempo era però scattato l’allarme, tanto che i poliziotti giravano per la città cercandolo. Quando lo hanno trovato l’uomo è stato portato in Questura.

  3. Ruba i soldi per i poveri Arrestato dai carabinieri
    Camerlata: comasco sorpreso nella notte all’interno della sede della cooperativa “Si può fare”

    Como

    I carabinieri lo hanno sorpreso mentre ancora impugnava il grimaldello con il quale aveva appena forzato la cassa della cooperativa che si occupa di rivendere mobili usati per riutilizzare i fondi per progetti di solidarietà ha chi è in difficoltà.

    È finito in carcere con l’accusa di furto aggravato un uomo di 46 anni di Como, bloccato ieri notte dai militari del nucleo radiomobile di Como in via Lenticchia, a Camerlata, nella sede della cooperativa “Si può fare” e, più precisamente, nei magazzini del “Mercato dell’usato solidale”.

  4. Como, crac Olmetto Sequestro bis del Tribunale Via 28 milioni
    Nuovo provvedimento dopo la sentenza del Riesame Sigilli ai conti correnti bancari e a una villa con vista su lago e città

    Como

    Sequestrati, dissequestrati e, infine, nuovamente sequestrati. Tornano i “sigilli” sopra i soldi e le proprietà immobiliari degli ex amministratori della Olmetto, l’azienda tessile di Maslianico fallita nel 2015 e per il cui dissesto, il novembre prossimo, si terrà un processo per bancarotta fraudolenta. Il Tribunale di Como, nelle scorse settimane, ha disposto il sequestro conservativo dei beni di Carlo Strazza, ex patron della Olmpetto, e dei due ex consiglieri di amministrazione della società, Vincenzo Rappa e Giampaolo Vianello. Un sequestro complessivo per un valore di 28 milioni di euro, ovvero l’entità del dissesto, almeno stando ai conti della Procura di Como (l’inchiesta è coordinata dal pubblico ministero Mariano Fadda).

    Lo scorso aprile lo stesso Tribunale di Como aveva restituito tutti i beni sequestrati nelle settimane precedenti agli stessi tre ex amministratori, accogliendo l’istanza dei legali degli imputati secondo cui il giudice, che aveva disposto il sequestro, non avrebbe sufficientemente valutato la fondatezza degli indizi raccolti a carico degli indagati. Ora, dopo il rinvio a giudizio degli ex amministratori, il Tribunale è tornato sull’istanza di sequestro presentata dalla parte civile del fallimento Olmetto valutando che il rinvio a giudizio di fatto esime il Tribunale a fare valutazioni più articolare, visto che esisterebbe una seria possibilità di sussistenza dell’ipotesi di reato.

    Da qui la decisione dei giudici comaschi di procedere al sequestro conservativo dei beni di Carlo Strazza per quasi 17 milioni a titolo esclusivo, per ulteriori 8 milioni e mezzo in solido con Rappa e per i restanti 2 milioni e 800mila euro in solido sia con Rappa che con Vianello. Il sequestro ha riguardato i conti correnti bancari dei tre ex amministratori, ma anche le proprietà immobiliari tra cui la meravigliosa villa vista lago nelle vicinanze del Grumello, con il sequestro - solo sulla carta, in attesa di eventuali ricorsi e, soprattutto, dell’esito del dibattimento - registrato in conservatoria.

  5. Carugo, «Tutto bruciato, grossi problemi» Ansia per i 40 dipendenti di Mds
    Il titolare dell’azienda di impianti sconsolato: «Tutto perso, i mezzi di lavoro e i cavi»

    «È bruciato tutto, i camioncini e i mezzi da lavoro, oltre ai cavi. Un grosso problema visto che attorno a questo deposito ruotano tra i quaranta e cinquanta dipendenti. Diretti».

    A parlare così è il titolare del punto Mds Impianti di Carugo, Gaudenzio Domo, mentre guarda quel che rimane del suo deposito andato a fuoco nell’incendio divampato venerdì notte nel capannone industriale di via Volta, in località Valsorda, lungo il rettilineo che corre verso Arosio passando da Brenna.

    «Sono corso qui da Colico appena avvisato del rogo» aggiunge «vedremo se ci faranno entrare per capire cosa è rimasto». Difficile fare una stima dei danni. Le fiamme hanno divorato tre furgoncini e altrettanti escavatori, tra cui un bobcat, oltre agli scaffali dove erano appoggiati i cavi e tutto il materiale da lavoro. A bruciare anche l’auto di un dipendente, una vecchia utilitaria che, venerdì sera, non ripartiva dal parcheggio. «È un grosso problema per la mia attività: io sono titolare solo di questo deposito anche se la Mds ha più di un punto sul territorio».

notizie media

Materiale turistico

materiale turistico

segnala evento

traduci il sito

Cerca nel sito

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalita' e per inviarti pubblicita' e servizi in linea con le tue preferenze.